Corsi di Tai Chi Chuan a Cesena e Cesenatico

Corsi di Tai Chi Chuan

Di derivazione taoista, il Tai Chi, teorizza il corpo umano come un microcosmo, da armonizzare col macrocosmo. Il concetto dominante in questa pratica è quello del cerchio.

Questo rappresenta l’idea di un’unità perfetta, senza inizio ne’ fine.

Da ciò sono derivati specifici movimenti che, concatenandosi fra loro, hanno determinato la tipica sequenza Tai Chi. I vari movimenti vengono combinati alla respirazione naturale, così da determinare un rilassamento totale. Attraverso questo fluire il praticante si sente in sintonia con l’universo. Tali movimenti hanno diverse funzioni, pur lenti e morbidi, celano una sofisticata arte marziale, guariscono e prevengono svariate malattie. Ma l’aspetto più significativo è dato dal risveglio dell’energia (Chi), che viene fatta circolare nel corpo aumentando il benessere.

Attraverso questo procedimento alchemico, il corpo, da piombo viene tramutato in oro. Con questa visione, il Tai Chi, trova una analogia calzante nella Psicologia Analitica. Ovverosia: il ripetere costantemente la sequenza corrisponde, ogni volta, ad una tappa di avvicinamento verso il proprio Sé. Infatti, la bellezza speciale del Tai Chi sta nella sua integrazione di ciò che è fisico con ciò che è mentale e spirituale. La preparazione psicofisica che precede lo studio della forma del Tai chi è il CHI KUNG (QI GONG), parte dalla prospettiva che tutte le emozioni negative possano riutilizzarsi, dopo averle appositamente trasformate in energia positiva attraverso speciali esercizi.

Questa alchimia interiore caratterizza tutte le tecniche respiratorie adottate.

Tai Chi • stile Yang

Tai Chi • stile Chen

Tai Chi • stile Wu

Il percorso interno avviene attraverso specifici canali, percependo fattivamente lo scorrere dell’energia. Le emozioni, infatti, sono strettamente correlate agli organi interni, e questi alla conservazione della salute e alla longevità. Per cui l’eccessiva emotività, e tutte le emozioni, diventano il carburante del Viaggio interiore. Più avanti nell’allenamento si studia il Fa jin letteralmente emissione di forza, dove la forza interna dopo essere stata manipolata e condotta in Centri particolari viene espulsa rapidamente verso l’esterno. Ciò avviene dopo un intenso studio sui meridiani energetici del corpo, quando durante la sequenza si toccano certi punti, per questo occorre precisarla costantemente in maniera rilassata consapevoli che ciascuno dei 108 passaggi corrisponda a un esagramma o trigramma de I Ching Il libro dei mutamenti. Attraverso lo Yin e lo Yang si ritrova il Wu Chi e il Wu Wei il quieto far nulla durante il movimento. Questo lavoro singolo viene compensato attraverso il Tui Shu che è un lavoro in coppia di sensibilità energetica e il Ta Lu con movimenti verso i punti collaterali corrispondenti ai 4 Trigrammi. Infine il Shan Shu che è sempre un lavoro in coppia con movimenti fluidi scorrevoli e marziali, della sequenza, svolti da una parte e dall’altra, così praticando la forma A si può fronteggiare chi pratica la forma B e viceversa. Viene studiato anche il Tai Chi con la spada Wu Tang.

Tale scherma, basata sui princìpi precedenti, non essendo un esercizio vigoroso si adatta alle esigenze degli anziani. L’armonia e la tranquillità, che si acquisiscono attraverso questi movimenti, vengono poi riflessi nelle azioni, e relazioni, del quotidiano.